Disinformazione e disinformazione

In poche parole

La disinformazione è la diffusione intenzionale di informazioni false o fuorvianti. La disinformazione è un’informazione errata diffusa involontariamente o accidentalmente.

È importante riconoscere quali informazioni sono vere e quali sono disinformazione o addirittura disinformazione.

Esempi di disinformazione

manipolazioni: deep fake, foto manipolate e false, siti web contraffatti

fuori contesto: virgolette abbreviate, statistiche errate

finzione: bugie, voci, accuse tendenziose

 

Esempi di disinformazione

clickbaiting: titoli sensazionali

satira, parodia: presentazione esagerata e umoristica

bufala: segnalazione falsa accidentale


Immergiamoci più a fondo

La principale differenza tra disinformazione e disinformazione risiede nell’intento dietro la sua diffusione. La disinformazione implica l’intento di ingannare mentre la disinformazione implica errori involontari. Bisogna sempre essere consapevoli che online vengono diffusi tutti i tipi di informazioni e contenuti, comprese la disinformazione e la disinformazione. Anche se su un argomento c’è molto da trovare, ciò non significa necessariamente che tutto ciò che viene pubblicato corrisponda alla realtà.

Una delle principali cause della crescente diffusione della disinformazione e della disinformazione è l’ascesa dei social media. Questi offrono quasi a tutti la possibilità di diffondere informazioni su Internet.

Per questo motivo è importante, ad esempio, che se vuoi essere sicuro di un’informazione, consulti diverse fonti sull’argomento e ti assicuri di utilizzare fonti il ​​più affidabili possibile.


Link utili:

Differenze tra cattiva informazione e disinformazione

Come individuare informazioni false

Come affrontare